Consiglio di Istituto

Stampa

con siglio di istit uto

Il C.d.I. è l’organo di indirizzo e di gestione degli aspetti economici e organizzativi generali della scuola. In esso sono rappresentate tutte le componenti dell’Istituto (docenti, studenti, genitori e personale non docente) con un numero di rappresentanti variabile a seconda delle dimensioni della scuola. Nelle scuole con popolazione scolastica superiore a 500 alunni i componenti sono 19:

- 8 rappresentanti del personale docente (COSSA Paolo, DE PASQUALE Nicola, DE VITTORIO Marianna, DI GIULIANO Rodolfo, ODONE Annamaria, RUSSO Franca, SILVESTRE Marina)

- 2 rappresentanti del personale A.T.A. (MICELLI Antonia, SCIUSCO Giuseppe)

- 4 rappresentanti dei genitori (FASANO Barbara, LIUZZI Giovanna, LIUZZI Stefano, PANTONE Vincenza)

- 4 rappresentanti degli alunni (CAPUZZIMATI Francesca, CHIAROFONTE Matteo, PESCE Gabriele, PRETE Jamaica)

Il Dirigente scolastico è membro di diritto del C.d.I. che, secondo l’attuale normativa, è presieduto da un genitore e si rinnova con cadenza triennale. Il presidente del C.d.I. è la dott.ssa PANTONE VINCENZA

Le attribuzioni del Consiglio sono descritte dal Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n.° 297 “Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione relative alle scuole di ogni ordine e grado” (art. 10).

In particolare il C.d.I.:

a) Elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di AUTOFINANZIAMENTO della scuola

b) Delibera il PROGRAMMA ANNUALE, ex bilancio e il conto consuntivo; stabiliscecome impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico

c) Delibera in merito all’adozione e alle modifiche del REGOLAMENTO INTERNO dell’istituto

d) Stabilisce i criteri generali in merito a: - acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche, dei sussidi didattici (audio-televisivi, libri) e di tutti i materiali necessari alla vita della scuola; - attività negoziale del Dirigente Scolastico (contratti, convenzioni, utilizzo locali< scolastici da parte di Enti o Associazioni esterne, assegnazione di borse di studio); - partecipazione dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali; - organizzazione e programmazione della vita e dell’attività della scuola, comprese le attività para/inter/extrascolatiche (calendario scolastico, programmazione educativa, corsi di recupero, visite e viaggi di istruzione, ecc.), nei limiti delle disponibilità di bilancio;

e) Definisce gli INDIRIZZI GENERALI DEL POF elaborato dal Collegio Docenti(DPR 275/99);

f) ADOTTA il P.O.F.

g) Indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione Il C.d.I. nella sua prima seduta, elegge, tra i suoi membri, una Giunta Esecutiva.Su tematiche particolarmente complesse è possibile costituire una Commissione Mista.